Aspirine S cpr 500 mg 20 pce

CHF 8.90
In magazzino, può essere ritirato in farmacia il giorno lavorativo successivo
Ref.
6132151

Questo è un medicamento (lista: D) e può essere acquistato solo tramite Click & Collect in farmacia.

In caso di domande rivolgersi a uno specialista presso una delle nostre filiali.

Questo è un medicamento autorizzato. Leggere il foglietto illustrativo. Per medicamenti senza foglietto illustrativo leggere le indicazioni sulla confezione.

Informazione destinata ai pazienti del Compendio svizzero dei medicamenti®

Aspirina® S compresse rivestite

Bayer (Schweiz) AG

OOMed

Che cos'è Aspirina S e quando si usa?

Aspirina S contiene il principio attivo acido acetilsalicilico per alleviare i dolori, abbassare la febbre e come anti-infiammatorio.

Aspirina S è adatta al trattamento breve di 3 giorni al massimo, contro dolori acuti leggeri o moderati (mal di testa, mal di denti, dolori delle articolazioni e dei legamenti, mal di schiena) e per la terapia sintomatica degli stati febbrili e/o delle sindromi da raffreddamento.

Ai ragazzi maggiori di 12 anni la somministrazione è consentita esclusivamente su prescrizione medica e come rimedio di seconda scelta (leggere paragrafo «Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Aspirina S?»).

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Senza prescrizione medica non usare Aspirina S per più di 3 giorni.

È sconsigliato l'impiego regolare di medicinali analgesici per periodi prolungati senza il controllo medico. In caso di dolori persistenti è necessario consultare il medico.

Il dosaggio indicato, o prescritto dal medico, non deve essere superato.

Va anche considerato che l'uso prolungato di antidolorifici può contribuire alla ricomparsa del mal di testa.

L'uso prolungato di analgesici, in particolare con la combinazione di diverse sostanze attive ad effetto antidolorifico, può portare ad un danno renale permanente, con il rischio di un blocco renale.

Quando non si può usare Aspirina S?

Aspirina S non si deve usare nei seguenti casi:

  • In caso d'ipersensibilità a uno dei componenti o se a seguito dell'assunzione di acido acetilsalicilico, altri salicilati o altri antidolorifici o antireumatici, i cosiddetti farmaci antiinfiammatori non steroidei, si sono manifestati un'insufficienza respiratoria o reazioni cutanee simili alle allergie.
  • In caso d'ulcera gastrica o duodenale o di emorragie gastrointestinali.
  • In caso d'infiammazioni intestinali croniche (morbo di Crohn, colite ulcerosa).
  • Se esiste una particolare predisposizione alle emorragie.
  • In caso di grave insufficienza funzionale del fegato o dei reni.
  • In caso di grave insufficienza cardiaca.
  • Per il trattamento dei dolori al seguito di un intervento by-pass alle coronarie (rispettivamente all'uso di una macchina cuore-polmone).
  • Se contemporaneamente deve assumere una dose settimanale di metotrexato maggiore di 15 mg.
  • Durante la gravidanza o l'allattamento (vedere capitolo «Si può somministrare Aspirina S durante la gravidanza o l'allattamento?»).
  • Nei bambini di età minore di 12 anni.

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Aspirina S?

Durante il trattamento con Aspirina S si possono verificare nel tratto gastrointestinale superiore delle ulcere alla mucosa, raramente delle emorragie o in casi singoli delle perforazioni nelle pareti gastrointestinali. Queste complicazioni possono sorgere in ogni momento del trattamento anche in modo asintomatico. Per ridurre il rischio, assumere la dose minima prevista e ridurre la durata della terapia al minimo indispensabile. Consulti il proprio medico se ha dolori allo stomaco e se presume una correlazione con il farmaco.

Pazienti anziani possono reagire in modo più sensibile al medicamento che adulti più giovani. E particolarmente importante che il paziente anziano informi subito il proprio medico se sospetta effetti indesiderati.

Nei casi seguenti si può assumere Aspirina S solo su prescrizione e controllo medico:

  • Se è attualmente in cura medica a causa di una malattia grave.
  • Se in precedenza ha avuto un'ulcera gastrica o duodenale.
  • In caso d'insufficienza cardiaca o di compromessa funzionalità renale o di perdita eccessiva di liquido, per esempio in caso di forte traspirazione, diarrea o interventi chirurgici importanti, l'assunzione di Aspirina S può compromettere la funzione dei reni, il che può provocare ipertensione e/o un accumulo di liquido (edema).
  • In caso di malattie al fegato.

In caso di asma, orticaria, polipi nasali, raffreddore da fieno o altre forme di allergia, o di una rara malattia ereditaria che colpisce i globuli rossi, la cosiddetta «deficienza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi», nonché in caso di trattamento con anticoagulanti (fluidificanti del sangue) o con prodotti antiipertensivi, l'assunzione del preparato deve essere effettuata solo secondo precise istruzioni del medico.

Ragazzi maggiori di 12 anni con febbre, influenza, varicella o altre malattie virali possono assumere Aspirina S esclusivamente su indicazione del medico e come rimedio di seconda scelta. Se nel corso di queste malattie oppure alla loro risoluzione dovessero insorgere disturbi della conoscenza accompagnati da vomito, bisogna consultare immediatamente il medico.

La somministrazione di Aspirina S, soprattutto in caso di terapia protratta, può potenziare l'attività dei farmaci cortisonici, di farmaci anticonvulsivanti (antiepilettici), anticoagulanti, digossina e dei preparati ai sali di litio impiegati nel trattamento delle depressioni. Si può avere un incremento degli effetti collaterali di questi farmaci. L'attività dei preparati antigottosi (probenecid e sulfinpirazone) e di farmaci diuretici o antiipertensivi può essere diminuito. In caso di somministrazione concomitante possono accentuarsi gli effetti indesiderati degli antireumatici o del metotrexato (somministrato p.es. nella poliartrite cronica, consultare il capitolo «Quando non si può usare Aspirina S?»).

Se assunta contemporaneamente ai preparati cortisonici, alcol o antidepressivi del gruppo inibitori della ricaptazione della serotonina, Aspirina S può aumentare il rischio di emorragie.

L'assunzione contemporanea di Aspirina S e farmaci antidiabetici (per es. insulina, sulfaniluree) può abbassare il tasso glicemico nel sangue.

L'acido acetilsalicilico, anche a dosi basse, riduce l'eliminazione dell'acido urico. Ciò può scatenare un attacco di gotta nei pazienti che già in precedenza presentavano una ridotta escrezione dell'acido urico.

Particolare prudenza è raccomandata in situazioni con pericolo di emorragie (per es. mestruazioni o ferite) in particolare durante o dopo interventi chirurgici (anche di lieve entità come l'estrazione di un dente).

Si deve consultare o informare il medico o il dentista riguardo alla somministrazione prima di interventi chirurgici.

Informi il suo medico, farmacista o droghiere se:

  • soffre di altre malattie,
  • ha allergie o,
  • assume altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa!).

Si può somministrare Aspirina S durante la gravidanza o l'allattamento?

Gravidanza

Se intende iniziare una gravidanza o durante la stessa, dovrebbe assumere Aspirina S solo dopo aver consultato il medico. È controindicata l'assunzione di Aspirina S durante l'ultimo trimestre della gravidanza.

Allattamento

Durante l'allattamento dovrebbe rinunciare ad assumere Aspirina S, tranne se espressamente consentito dal medico.

Come usare Aspirina S?

Adulti e ragazzi maggiori di 12 anni e con un peso corporeo superiore ai 40 chili: 1-2 compresse, se necessario ripetere la somministrazione ogni 4-8 ore, fino ad un massimo giornaliero di 6 compresse.

Ingerire le compresse con una quantità sufficiente di liquido.

Non assumere le compresse a digiuno.

Ragazzi di età superiore ai 12 anni possono assumere Aspirina S esclusivamente su prescrizione medica e come rimedio di seconda scelta.

Per i bambini di età inferiore ai 12 anni Aspirina S non è idoneo a causa dell'alta concentrazione della sostanza attiva.

In caso di assunzione incontrollata (sovradosaggio), consultare immediatamente un medico. Segni riferibili a sovradosaggio possono essere la comparsa di ronzio auricolare e/o ipersudorazione.

Si attenga alla posologia indicata nel foglietto illustrativo o prescritta dal suo medico. Se ritiene che l'azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico, al suo farmacista o al suo droghiere.

Quali effetti collaterali può avere Aspirina S?

Effetti collaterali che possono manifestarsi sono disturbi a livello gastrico. Raramente si possono verificare reazioni d'ipersensibilità, quali gonfiore della cute e delle mucose, (per es. naso intasato), eruzioni cutanee, asma, dispnea, ulcere ed emorragie gastrointestinali, ematomi, emorragie del naso o delle gengive. Molto raramente sono state registrate emorragie gravi che in casi singoli possono rappresentare un pericolo di vita. Se si manifestano segni di reazioni d'ipersensibilità, interrompere il trattamento e consultare il medico. Se durante il trattamento si nota un inscurimento delle feci o vomito contenente sangue, interrompere immediatamente l'assunzione del farmaco e consultare il medico. In rari casi si possono manifestare vertigini, mal di testa, disturbi della vista e stati confusionali.

Se osserva effetti collaterali qui non descritti, dovrebbe informare il suo medico, il suo farmacista o il suo droghiere.

Di che altro occorre tener conto?

Conservare le compresse Aspirina S a temperatura inferiore ai 30 °C e fuori dalla portata dei bambini.

Il medicamento non dev'essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sul contenitore.

Il medico, il farmacista o il droghiere, che sono in possesso di un'informazione professionale dettagliata, possono darle ulteriori informazioni.

Cosa contiene Aspirina S?

Una compressa rivestita contiene 500 mg di acido acetilsalicilico (sostanza attiva) e sostanze ausiliarie.

Numero dell’omologazione

62911 (Swissmedic).

Dove è ottenibile Aspirina S? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia e in drogheria, senza prescrizione medica.

Confezioni da 20 compresse rivestite.

Titolare dell'omologazione

Bayer (Schweiz) AG, 8045 Zurigo.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nell'agosto 2013 dall'autorità competente in materia di medicamenti (Swissmedic).