In aereo senza paura di volare

I trasporti aerei hanno reso il mondo un po’ più piccolo. Che si tratti di un appuntamento di affari, di una visita lampo a qualcuno o delle vacanze, la maggior parte delle destinazioni internazionali è raggiungibile in poche ore di volo.

Avion dans les nuages

Ma non tutti i viaggiatori amano salire a bordo di un aereo: la paura di volare è tra le fobie moderne più diffuse e riunisce una moltitudine di altre paure. In singoli casi i disturbi possono essere notevoli, ma con la giusta prevenzione è possibile superare anche questa paura.

Perché siate ben equipaggiati in caso di emergenza, il personale specializzato delle farmacie Amavita e Sun Store sarà lieto di fornirvi una consulenza competente.



La paura di volare riunisce tante paure

La paura che tanti provano in vista di un viaggio in aereo o a bordo del velivolo stesso non è un’unica fobia, ma un intero bouquet di paure: molte persone colpite soffrono di paura delle altezze, a fronte dell’enorme numero di metri che l’aereo si trova a salire. È in particolare nei posti vicino ai finestrini con vista libera sulla terra lontana che questa paura si trasforma ben presto in un problema.


Gli spazi ristretti in cabina possono causare claustrofobia, mentre in alcune persone il contatto spesso inevitabile con altri passeggeri scatena sociofobia. Più diffuse sono la paura di perdere il controllo, la paura delle turbolenze, la paura di precipitare e quella dell’ignoto: in questi casi, alla base vi sono la mancanza di fiducia nella tecnica e nel personale di bordo, ma anche un’impotenza avvertita come profonda. In un’emergenza molti viaggiatori percepiscono come sconcertante il fatto di essere indifesi.


Tuttavia la paura di perdere il controllo non è legata soltanto al timore di precipitare, ma anche al proprio comportamento: le persone colpite temono la vergogna di lasciarsi prendere dal panico, di dare di stomaco o di avere una crisi isterica durante il volo. Nella diffusa paura di volare si mescolano anche il timore di avere un attacco di panico e di morire. Inoltre molti passeggeri hanno paura di avere paura: prima del viaggio temono di avere di nuovo paura di volare come in passato.

Avion aviophobie Icon


Sintomi della paura di volare

I timori che scatenano la paura di volare sono tanti quanti i disturbi che possono presentarsi:


I seguenti sintomi sono considerati sintomi tipici dell'aerofobia:

  • Aumento del polso
  • Tensione
  • Accessi di sudorazione
  • Affanno
  • Nausea
  • Capogiri
  • Stati di ansia
  • Attacchi di panico
Femmes dans l'avion

Inoltre la paura di volare può favorire la comparsa del mal d’aereo e quindi scatenare altri sintomi tipici di questo quadro clinico.






Questi rimedi possono essere utili


Prima di mettersi in viaggio, chi ha paura di volare può già fare qualcosa per minimizzare il rischio di attacchi. Ad esempio, il volo dovrebbe essere pianificato a lungo termine. Le valigie devono essere fatte per tempo, il trasferimento all’aeroporto non dovrebbe essere organizzato all’ultimo momento, la procedura di imbarco può essere sbrigata in anticipo online: infatti chi sale in aereo senza stress sarà anche più rilassato a bordo.


Prima del viaggio si consiglia di fare una piccola ricerca sulla compagnia aerea e sulla sicurezza aerea in generale, in quanto conoscere queste informazioni contribuisce spesso a infondere tranquillità. Se possibile, il volo dovrebbe essere la mattina, perché in questo momento della giornata vuoti d’aria e temporali sono meno probabili rispetto ad altri orari. Se vi è la possibilità di prenotare il posto, per i passeggeri che soffrono di paura di volare l’ideale è il settore anteriore della cabina. Qui le turbolenze sono meno percepibili. Chi sceglie un posto sul corridoio ha un po’ più di libertà di movimento.


A bordo è opportuno indossare abbigliamento comodo e confortevole. Lo stomaco languente dovrebbe essere calmato con un pasto leggero. Se si soffre di paura di volare sarà bene informare il personale di bordo, così in caso di bisogno potrà intervenire più rapidamente per tranquillizzare. In linea generale si consiglia di pensare positivo («Andrà tutto bene!») e di distrarsi: chi si intrattiene con gli altri passeggeri, ascolta audiolibri o musica, legge o guarda film, fa meno caso alle piccole oscillazioni del velivolo.


Per prevenire e in caso di emergenza è utile fare degli esercizi di rilassamento e respirare in modo consapevole, profondamente e lentamente. Inoltre si possono anche assumere diversi rimedi omeopatici, che hanno per lo più un effetto calmante. Tra di essi vi sono preparati con valeriana, melissa, luppolo e passiflora, oltre all’iperico e ai fiori di Bach. Tuttavia alcuni di questi prodotti naturali, come l’iperico, possono anche avere effetti collaterali, per cui l’assunzione deve essere concordata con un medico o con un farmacista. Per evitare la paura di volare si raccomanda anche un leggero calmante. Questo dovrebbe tuttavia essere già sperimentato prima dell’effettivo viaggio, al fine di riconoscere in modo affidabile la comparsa di eventuali effetti collaterali.




Homme dans l'avion

Alcune compagnie aeree e anche altri organizzatori propongono seminari per sconfiggere la paura di volare, durante i quali vengono fornite informazioni sul volare e sulla sicurezza in aereo. I partecipanti scoprono quali rumori sono perfettamente normali a bordo in determinate situazioni e apprendono strategie e suggerimenti su come comportarsi in caso di paura.


Se si soffre di una forma particolarmente grave di paura di volare, gli psicologi possono aiutare a scoprire quale sia l’effettiva fobia che vi sta a monte e come è possibile superarla. Tuttavia non si deve arrivare a tal punto: per evitare uno stress permanente e salire a bordo dell’aereo senza ansie si dovrebbe combattere la paura di volare prima possibile.